17 gen 2011

Mousse di Riso con frutti di bosco e granella di mandorle


















Un dessert originale ma non sfarzoso, con un tocco orientale dato dalla farina di riso (dalla quale si ottiene anche la carta di riso commestibile) componente caratteristica di questa mousse, decorata con una salsa di frutti di bosco, frutti dal colore rosso vivido e nero splendente dato agli antociani, che assieme ai flavoinoidi sono sostanze in grado di ridurre i danni di cellule e tessuti,  molecole con forte azione antiossidante, e antidradicalitica (e quindi usate anche ampiamente in campo medico, farmaceutico) - in grado di contrariare l'invecchiamento e le modificazioni cellulari date dall'ossigeno, quindi ad azione anticancerose e antinfiammatorie; così come è noto che in special modo il mirtillo favorisce l'irrobustimento dei capillari e i sintesi tutta la micro-circolazione, la grande quantità di vitamina A presenta nei frutti di bosco ma special modo nei mirtilli è indispensabile per vedere la notte, a questo proposito si dice che durante la Seconda Guerra Mondiale prima delle missioni notturne gli aviatori inglesi mangiassero abbondanti razioni di mirtilli per mantenere acuta la capacità visiva.       

MOUSSE DI RISO CON FRUTTI DI BOSCO E GRANELLA DI MANDORLE

INGREDIENTI PER 4-6 PERSONE


latte 250 gr
panna da montare fresca 200 gr
zucchero 60 gr
farina di riso 25 gr
mandorle tostate 100 gr
per la salsa ai frutti di bosco 

frutti di bosco 400 gr ( misti tra lamponi, more, mirtilli e fragole)
30 gr di burro
2 cucchiai di zucchero
PROCEDIMENTO

per la mousse

-
Scaldare 200 gr di latte con lo zucchero e un baccello di vaniglia e mescolatevi assieme la farina di riso sciolta in 50 gr di latte facendo bollire per 3 minuti
-Lasciare raffreddare, togliere il baccello di vaniglia
-Montare la panna montata ed aggiungerla delicatamente al composto di crema di riso.
per la salsa ai frutti di bosco

- In una padella antiaderente scaldare il burro
- unitevi i due cucchiai di zucchero e mescolare a fuoco moderato far caramellare leggermente il composto
- aggiungere nella padella i frutti di bosco che preferite (mirtilli, lamponi, more, fragole, o una sola delle qualità indicate)
-fateli saltare nel caramello per alcuni minuti mescolando delicatamente, per fare poi riposare il composto

- Tritare le mandorle precedentemente tostate.

Quando la mousse di riso sarà raffreddata, riporla in frigo, è consigliabile aggiungere per ogni coppetta un cucchiaio abbondante di salsa ai frutti di bosco (meglio se ancora tiepida) e uno di mandorle tostate

varianti - ottimo se al posto delle mandole decidete per dei muesli o riso soffiato, e nel caso accompagnare la salsa 
fatta esclusivamente di fragole o cioccolato fuso diluito con pochissimo latte.

09 gen 2011

Crocchette di zucca a sorpresa...

















Eccoci nel nuovo anno e spero davvero possa cominciare e continuare alla grande per tutti voi...


Questa ricetta è fantastica in quanto più o meno versatile con le verdure che preferite se simili in consistenza tra loro ed è un ottimo antipasto da abbinare a menù sia di carne che di pesce.
La ricetta di queste crocchette in origine sarebbe da considerare con le carote e un pezzetto di fontina al centro, ma non amando particolarmente i formaggi e adorando la zucca, ottimi in ugual modo i risultati che danno queste combinazioni. Le dosi rimangono uguali anche nel caso vorrete usare altri ortaggi l'importante è che nella cottura non assumano troppa acqua quindi optate in ogni caso per la cottura a vapore, regolerete in seguito l'aggiunta degli altri ingredienti a maggior ragione del pan grattato in base alla consistenza ottenuta, e volendo potete naturalmente sostituire l'oliva centrale con un quadrettino di fontina che da calda filerà con stupore dei commensali.

La zucca,  che in passato si snobbava considerandola di scarse qualità nutrizionali, pensando che il suo consumo regolare portasse a una riduzione dell'acutezza mentale, vanta invece di notevoli proprietà come quella di regolatore dell'intestino (noto il proverbio veneto "Chi magna zuche in abondanza no ga mai el mal de pansa"), di essere una valida fonte di vitamina del gruppo B (come tutte le verdure arancioni), e A, e la presenza del betacarotene dalle importanti funzioni antiossidanti, nota anche per le sue proprietà calmanti indica a chi soffre di attacchi di ira biliosa e chi soffre di temperamento eccessivamente nervoso, favorisce il sonno e per questo è indicata pure per i bambini.

CROCCHETTE DI ZUCCA A SORPRESA


Ingredienti per 4 persone 

500 gr di zucca pelata (con buccia circa 700)
1 uovo
5 cucchiai di parmigiano reggiano
noce moscata
pane grattugiato
olive verdi snocciolate

olio di semi di arachidi per friggere*.

L'olio di arachidi tiene meglio la frittura senza snaturasti rispetto gli altri oli, quindi rimane più salutare oltre quello d'oliva o ancor meglio l'extravergine d'oliva - che però è meno neutro come sapore.

PROCEDIMENTO

Cuocere a vapore la zucca in modo che non trattenga l'acqua
schiacciarla con il passaverdura in una ciotola
una volta intiepidito il composto aggiungere l'uovo sbattuto con la noce moscata e un pizzico di sale
aggiungere il parmigiano e tanto pangrattato fino a raggiungere un composto abbastanza sodo
formate delle palline mettendo al centro di ognuna un oliva o un pezzo d'oliva (dipende dalla dimensione)
ripassatele nel pangrattato (senza bisogno di ripassarle nell'uovo)
Friggere in olio bollente (180°) che coprirà a filo della superficie delle crocchette circa 5 minuti (quando saranno dorate sono pronte)