01 nov 2009

Dolcetti di semolino cocco e mandorle


Difficoltà - OOOOOO media\bassa
Laboriosità - OOOOOO media\
Costo - OOOOOO medio\
Tempo preparazion
e45 min circa.  OOOOOO medio\

A proposito di dolcetto o scherzetto, una nuova ricetta in cucina soprattutto se dolce può riservare appunto delle sorprese, ma ogni tanto vale la pena di provare, se non altro per uscire dalla routine dei soliti gusto.
Personalmente amo il semolino, ma raramente l'ho provato come dolce, ma mi son sentita di intraprendere questa ricetta presa dal ricettario "il cucchiaio verde" variandola di poco.

Le dose date sono sempre davvero in eccesso e quindi anche dimezzandole avrete ugualmente molte porzioni da gustare in compagnia, a meno che non siate davvero in tanti.
Le dosi sono dimezzate giusto per informazione, ciò non toglie che rimane una dose di 6 - 8 persone se consideriamo 2-3 dolcetti a testa, di questo dolce genuino perché con ingredienti ottimi, senza alcun grasso "cattivo", ma accipicchia calorico sì !

Dolcetti di Semolino cocco e mandorle

Dosi per 6 - 8 persome


85 gr di semolino 
mezzo litro di latte
30 gr di mandorle
20 gr di uvetta passa

40 gr di cocco grattato
3 cucchiaini di miele
1 cucchiaino di zucchero di canna


1 - Mettere il latte sul fuoco a fiamma bassa e quando bolle buttare a pioggia il semolino
2 - unire uvetta e un pizzico di sale
3 - cuocere sempre mescolando a fuoco basso per 15 minuti
4-nel frattempo fare tostare in forno le mandorle (o prenderle già tostate) e tritarle finemente
5-togliere il composto dal fuoco
6-Aggiungere 30 gr di cocco raspato e lasciarne da parte qualche cucchiaio
7-Quando il composto sarà quasi raffreddato aggiungere 3 cucchiaini di miele e uno di zucchero di canna
8- ricavarne delle palline e passarle nel rimanente cocco raspato
9 - mettere in frigo per almeno un'ora e servire


Allora devo dire che questa ricetta mi ha piacevolmente stupito, come  variante semplice dalle solite cosette, è curiosa e abbastanza veloce. Personalmente l'ho provata anche cotta al forno, ma l'aroma soprattutto del miele è meglio conservata al fresco.
Un'altra variante potrebbe passare queste palline nella farina di carrube

Nessun commento: